IL BENE FATTO BENE

«Sogno una scelta missionaria capace di trasformare ogni cosa, perché le consuetudini, gli stili, gli orari, il linguaggio e ogni struttura ecclesiale diventino un canale adeguato per l’evangelizzazione del mondo attuale, più che per l’autopreservazione»

Evangelii Gaudium 27

Il Festival Internazionale della Creatività nel Management Pastorale è uno dei progetti promossi dalla Scuola Internazionale di Management Pastorale: un progetto che si sta sviluppando a livello nazionale ed internazionale in diverse direzioni formative. In particolare le Scuole di Management Pastorale, la Emme Pi Alumni Academy, il progetto 100% Management Pastorale e il Festival.

In questo file il progetto descritto nel dettaglio. 

MANAGEMENT PASTORALE

Nella storia della cristianità da sempre la fede è stata accompagnata dall’azione concreta delle opere. Fare il bene e farlo bene è stato per molti santi e grandi persone della Chiesa e non solo, la realizzazione piena della loro persona e della loro missione nel mondo. Un bene fatto bene, in quanto il fine diviene un tutt’uno con i mezzi, l’azione una bene-dizione. Questo non in chiave di proselitismo, ma in quanto è proprio della dinamica dell’annuncio questo incarnare le parole in azioni di bene. “La misericordia si contempla nell’azione” ha avuto modo di dire Papa Francesco, “ponendo rimedio a ciò che manca e meglio ancora prevederlo”.

Le comunità sono sconvolte dall’incertezza economica che richiede un incremento delle quantità, qualità e complessità delle azioni pastorali. Inoltre le risorse finanziarie sono sempre più scarse e difficili da reperire. Valorizzare le risorse presenti sul territorio in modo da trasformarle da costi a opportunità di ricavo per finanziare iniziative pastorali è una delle principali sfide di oggi. Emerge poi con  forza il richiamo ad usare queste risorse con trasparenza e per il bene comune.

Le stesse comunità devono inoltre anticipare e fronteggiare situazioni che certo non ne facilitano l’efficienza e l’efficacia, come ad esempio l’unione di più parrocchie con la diminuzione delle vocazioni, attività istituzionali sempre più difficili da gestire mantenendo elevati standard di servizio e infine una gestione impegnativa di dipendenti laici qualificati.

La gestione delle persone e dei processi organizzativi e comunicativi diventa sempre più veloce e complessa e aumenta il livello di missionarietà dell’azione pastorale; è dunque necessario coinvolgere le intere comunità in modo efficare ed innovativo.

La Scuola Internazionale di Management Pastorale intende dare risposta a queste e altre necessità attraverso l’uso di competenze e strategie sviluppate nel mondo delle imprese e dell’economia civile a più livelli, declinate con i valori, lo stile, i linguaggi e la sensibilità, l’attenzione a mettere sempre al centro la persona che sono propri dell’insegnamento della Chiesa.

 

Nuovi approcci, metodologie e tecniche gestionali, organizzative e non solo, per prevenire e risolvere vincoli e ostacoli legati a situazioni economiche profondamente mutevoli ma anche saper innovare e creare nuove opportunità pastorali. Mettere insieme adeguatamente e con efficacia queste competenze tecniche con la missionarietà della Chiesa è il management pastorale!

LOGO SCUOLA-01

Val al sito www.pastoralmanagement.com

Visita la pagina Facebook Management Pastorale – Il Bene fatto bene