LA FONDAZIONE CIVITAS LATERANENSIS E GLI STUDENTI DELL’ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE LATERANENSE PRESENTI AL FESTIVAL CON UNO STAND

Il Festival Internazionale della Creatività nel Management pastorale è stato anche un momento di coinvolgimento di due importanti organismi interni della Pontificia Università Lateranense, cioè la Fondazione Civitas Lateranensis (www.civitaslateranensis.org) e l’AILat – Associazione Internazionale Lateranense (www.ailat.it).

Nel corso delle due giornate del Festival, la Fondazione Civitas Lateranensis è stata rappresentata dal Dott. Pierluigi Marchetti, con l’obiettivo principale di incontrare, nel contesto della manifestazione, gli ex allievi dell’Ateneo vaticano. La Fondazione attraverso lo stand dedicato ha portato a conoscenza dei partecipanti la storia, la missione, i progetti, nonché i fini istituzionali perseguiti dalla stessa. Inoltre, è stata promossa, tramite brochure e spiegazioni individuali, la campagna di crowdfunding “Adotta uno studente”.

Lo stesso Dott. Marchetti, nel suo intervento in Aula durante la giornata di sabato, ha evidenziato come la campagna e la missione della Fondazione Civitas Lateranensis si innestino perfettamente nel contenitore del Festival della Creatività, il cui fine è quello di formare talenti creativi al servizio della Chiesa nel mondo.

Il Festival della Creatività ha dato agli studenti dell’Associazione Internazionale Lateranense, rappresentata dal segretario Vanni Claves, l’occasione di riconoscere le proprie esigenze per condividerle con una Chiesa in ascolto, attenta ai problemi del mondo contemporaneo, tutti temi al centro dell’evento.

L’Associazione Internazionale Lateranense, costituita dagli studenti, ha dunque coordinato i loro interventi, fornendo dettagli sulla vita dell’università e partecipando a una serie di brevi interviste sul ruolo dei giovani nella Chiesa.
#festivalpastoralecreativa